Settecento studenti coinvolti in un progetto didattico

Ad organizzarlo Sentiero del Tidone, Consorzio di Bonifica di Piacenza, Progetto Vita ed Eduiren

Sentiero del Tidone, Consorzio di Bonifica di Piacenza, Progetto Vita ed Eduiren insieme in un progetto didattico ricco di iniziative di educazione civica e ambientale.

Quattro gli Istituti comprensivi che hanno già aderito con 36 classi e circa 700 studenti così distribuiti: Istituto Comprensivo “Cardinale Agostino Casaroli” con le scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado di Castel San Giovanni e le scuole primaria e secondaria di primo grado di Sarmato; Istituto Comprensivo “M. K. Gandhi” con le scuole primaria e secondaria di primo grado di Gragnano; Istituto Comprensivo di Pianello Val Tidone con le scuole primarie di Nibbiano, Agazzano e Pianello; Istituto Comprensivo di Borgonovo Val Tidone e Ziano Piacentino con la scuola primaria di Borgonovo.

Le scuole hanno potuto scegliere tra 6 percorsi formativi principali e altri di approfondimento.

A cura dell’associazione “Sentiero del Tidone” la possibilità di partecipare: a un incontro di presentazione del sentiero (con la collaborazione dell’associazione Eureka); a uscite didattiche sul sentiero e lungo il torrente Tidone accompagnati da una guida ambientale escursionistica e dai volontari dell’associazione; alla pulizia di un tratto del sentiero in collaborazione con l’associazione Legambiente nell’ambito di “Puliamo il Mondo”; a un percorso di inclusione che prevede incontri in classe e sul territorio per alunni con disabilità.

A cura del Consorzio di Bonifica di Piacenza la possibilità di: partecipare a una didattica in presenza o via web utile all’approfondimento di tematiche legate alla difesa idraulica, alla distribuzione irrigua e alla prevenzione del dissesto idrogeologico; scoprire il progetto europeo LIFE CLAW (sostenuto dall’Unione Europea attraverso lo strumento finanziario LIFE) i cui obiettivi sono la conservazione del gambero di fiume e la tutela della biodiversità; visitare la diga del Molato (Nibbiano di Alta Val Tidone) e simularne il funzionamento con uno strumento didattico web creato ad hoc e utilizzabile in classe.

Ideato da Progetto Vita un percorso di formazione per personale docente finalizzato all’insegnamento delle manovre di primo soccorso e della cultura della Defibrillazione Precoce agli studenti dei livelli di scolarità primaria, infanzia e secondaria di primo e secondo grado.

Eduiren, partner del progetto, offrirà alle scuole coinvolte la possibilità di accedere, oltre che alla ricca proposta del proprio catalogo, a lezioni specifiche dedicate alla transizione ecologica e all’uso consapevole delle risorse, nonché a percorsi di co-progettazione per la realizzazione di corsi ad hoc per docenti e a visite negli impianti del Gruppo Iren.

A parlare delle finalità del progetto didattico congiunto il presidente dell’associazione “Sentiero del Tidone” Daniele Razza con la referente Gabriella Marazzi: “Con questo progetto vogliamo far conoscere agli studenti la Val Tidone aumentando in loro la consapevolezza del ruolo attivo che hanno nella salvaguardia dell’ambiente”.

Prosegue il presidente del Consorzio di Bonifica di Piacenza Luigi Bisi: “Come Consorzio ci occupiamo di difesa idraulica, gestione della risorsa idrica per l’agricoltura e in generale delle infrastrutture che sono sotto la nostra cura. Con questi incontri miriamo a fare conoscere le funzioni che assolviamo sul territorio provinciale. Tra le proposte spicca sicuramente la visita alla diga del Molato presso cui accogliamo centinaia di studenti ogni anno”.

Continua la presidentessa di Progetto Vita Daniela Aschieri: “In Europa, ogni anno 400 mila persone muoiono per arresto cardiaco e di queste 60 mila sono in Italia; si tratta del killer numero uno nel mondo occidentale e uccide una persona ogni 8 minuti ma la sopravvivenza triplica se a intervenire sono i laici (personale non sanitario) in attesa dell’arrivo dell’ambulanza. Progetto Vita compie 25 anni. Con questo progetto si vuole sviluppare un evento formativo a cascata che renda autonomi i docenti nell’insegnare le nozioni sullo stato di emergenza e l’educazione al primo soccorso in caso di arresto cardiaco, nell’ambito del diritto alla vita”.

L’associazione “Sentiero del Tidone”, Progetto Vita e il Consorzio di Bonifica hanno anche in corso un altro importante progetto che mira a favorire l’accesso, attraverso opportuna segnaletica, ai DAE (defibrillatori semiautomatici esterni) presenti lungo il sentiero e nelle vicinanze (entro i 2 chilometri). Un progetto pilota a livello nazionale per la sicurezza degli escursionisti (a piedi, in bicicletta e a cavallo) che vuole anche stimolare altri percorsi e sentieri ad adottare questa specifica segnaletica per indicare i DAE più vicini al percorso.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome