Rilascio passaporto: a Piacenza 60 giorni per fissare l’appuntamento in questura

Da dicembre nei comuni con meno di 15 mila abitanti la richiesta ed il ritiro potranno essere fatti negli uffici postali. Come comportarsi in caso di urgenza

Avete programmato un viaggio in un paese al di fuori dell’Unione Europea ed avete bisogno del passaporto? Armatevi di santa pazienza e sperate di riuscite ad accaparrarvi un appuntamento tramite il sistema di prenotazione online. I social straripano di appelli da parte di piacentini che si lamentano della lunga trafila da percorrere per ottenere l’agognato libretto bordeaux. A mettere in difficoltà il sistema sono stati vari fattori concomitanti a partire dalla Brexit che ha costretto tutti a richiedere il passaporto anche per un semplice week-end a Londra. Una volta terminato il Covid, pian piano, è ripresa la voglia degli italiani di viaggiare. Il personale presente negli uffici della questura di viale Malta non riesce a far fronte alla massa di richieste che riceve se non con tempi alquanto dilatati, situazione analoga a quasi tutti i capoluoghi di provincia del nostro paese.

Per fortuna, da dicembre, nei comuni con meno di 15mila abitanti sarà possibile richiedere il passaporto direttamente negli uffici postali grazie allo sviluppo del progetto Polis. Da febbraio si potrà anche chiedere il rilascio della carta d’identità elettronica. Questo permetterà ai fortunati abitanti dei comuni più piccoli di svincolarsi dalla necessità di avere un appuntamento da parte della questura ed in teoria, liberando post e risorse, dovrebbe rendere più rapida la “coda elettronica” anche per tutti gli altri.

Attualmente – come rende noto la stessa questura attraverso un nota stampa «i tempi di attesa per la fissazione di un appuntamento sull’Agenda online sono 60 giorni. Al fine di dare una risposta adeguata alla forte vocazione al viaggio in questa provincia,  l’Ufficio mette a disposizione giornalmente nuovi posti per la settimana successiva oltre a quelli già programmati in Agenda.

Per accedere al servizio e prenotare un appuntamento occorre connettersi via internet al seguente indirizzo: https://www.passaportonline.poliziadistato.it, procedendo quindi con la registrazione.

Il servizio di prenotazione online è utilizzabile ogni giorno di apertura dell’Ufficio Passaporti a partire dalle ore 08.00.

Il sistema assegna in automatico l’appuntamento per la presentazione dell’istanza nel primo giorno libero e rende visibili  nuove prenotazione ogni giorno lavorativo.

I posti disponibili non sono illimitati, per tale ragione si raccomanda alla cittadinanza di prenotare un appuntamento solo ove sia necessario, avendo programmato una partenza nei prossimi mesi ed essendo in possesso di un documento scaduto o con validità residuale non superiore a  sei mesi, ciò per evitare di sovraccaricare il sistema di prenotazione, togliendo in tal modo la possibilità di prenotare l’appuntamento a chi ha maggiore urgenza di avere la disponibilità del documento per l’espatrio.

A proposito delle urgenze, si rappresenta che l’ufficio garantirà la trattazione prioritaria delle pratiche di rilascio passaporti nei confronti di coloro che, pur essendosi prenotati sull’Agenda elettronica, a fronte di specifiche motivazioni, comprovate e documentate, debbano partire in una data antecedente a quella della prenotazione.

In tal caso il cittadino dovrà comunque prendere un appuntamento sull’Agenda online tramite il sito internet https:\\www.passaportonline.poliziadistato.it e successivamente presentarsi presso lo sportello dell’Ufficio passaporti, negli orari dedicati, dalle ore 8.30 alle 09.00 nei giorni di  lunedì, martedì, mercoledì e venerdì, e dalle 09.00 alle 11.00 il giovedì, con la prenotazione effettuata e la documentazione comprovante l’urgenza. Si raccomanda, infine, di presentarsi in Ufficio con la documentazione completa».

Publicità

1 commento

  1. Da due mesi cerco di prenotare un appuntamento per rinnovare il passaporto scaduto a dicembre. Impossibile. Mi sento prigioniera.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome