Evade dai domiciliari e danneggia l’auto della polizia

Protagonista dell'episodio un ventenne di origini marocchine

Nella giornata di ieri la Questura di Piacenza è stata impegnata in diverse attività di polizia.

Nel tardo pomeriggio le Volanti hanno arrestato un ventenne di origini marocchine per evasione e resistenza.
Il ragazzo, ai domiciliari, era tenuto d’occhio da diversi giorni, poiché non era statu trovato in casa in svariate occasioni.
Ieri, alla vista della Volante ha cerca rocambolescamente di rientrare in casa e ha fornito spiegazioni sulla sua assenza da casa. Fermato sulle scale condominiali dai poliziotti é da subito parso poco collaborativo.
Collocato sull’auto di servizio ha danneggiato la portiera e il finestrino; arrestato é stato collocato ai domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.
Il ragazzo si trovava già ai domiciliari, dopo un periodo di detenzione in carcere, per aver rapinato ad aprile in strada un ristoratore assieme ad alcuni complici, anch’essi arrestati dopo una fulminea indagine svolta da Volanti e Squadra Mobile.
Lunedì l’arrestato verrà processato per direttissima.

L’ufficio Immigrazione ha proceduto all’ accompagnamento presso il CPR di Bari di un cittadino albanese pregiudicato di circa 30 anni ,destinatario di provvedimento di espulsione a seguito di scarcerazione.
Entrato in carcere nel 2015 poiché condannato per reati in materia di stupefacenti, resistenza e falsità documentali, nel 2017 aveva richiesto l’espulsione quale misura alternativa alla detenzione e pertanto faceva rientro in Albania.
Tornato in Italia nel 2018 senza la speciale autorizzazione veniva nuovamente arrestato. Essendo irregolare sul territorio nazionale, al momento della scarcerazione,nella mattinata di ieri, è stato espulso.

Publicità

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome