Erano pronti a commettere furti nella zona di Borgonovo. Denunciati dai carabinieri

Nei guai quattro persone, tra i 21 e i 35 anni, domiciliate in un campo nomadi della provincia di Milano. Avevano con sé numerosi attrezzi da scasso

Si stavano con ogni probabilità preparando a mettere a segno alcuni colpi in ville o appartamenti ma i carabinieri di Borgonovo Val Tidone li hanno sorpresi in auto con attrezzi da scasso. È accaduto sulla “Mottaziana”, la mattina di giovedì 23 novembre.

Una pattuglia ha fermato quattro persone, tra i 21 e i 35 anni domiciliati in un campo nomadi della provincia di Milano, che erano a bordo di un’autovettura. I militari dopo aver notato l’auto che arrestava la corsa e tentava di invertire il proprio senso di marcia, hanno intimato l’alt ai quattro sospetti. Sono stati identificati ed è stato perquisito il veicolo. Sono stati trovati, in uno zaino, guanti, alcune chiavi inglesi ed esagonali, tronchesi, vari cacciaviti e grimaldelli, tipicamente usati come strumenti di effrazione. I quattro uomini non erano in grado di giustificare il possesso degli attrezzi né la presenza nella zona di Borgonovo. Per questo sono stati denunciati per possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli. Nei loro confronti inoltre è stata avviata la procedura per l’emissione anche del foglio di via obbligatorio con il divieto di fare ritorno nel comune. Tutto il materiale recuperato è stato sottoposto a sequestro per gli accertamenti del caso.

Publicità

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome