Scarcerato dopo 7 anni, danneggia il pronto soccorso di Piacenza

L'uomo, cittadino tunisino, era stato portato in ospedale per accertamenti sanitari preliminari all'esecuzione dell'espulsione. Ora è stato denunciato per violenza e minaccia a pubblico ufficiale

Pronto soccorso Piacenza Covid -19

Nella giornata di ieri la Questura di Piacenza ha eseguito l’espulsione di un cittadino tunisino irregolare sul territorio nazionale e ritenuto socialmente pericoloso.
Scarcerato dalla casa circondariale di Piacenza dopo aver scontato una condanna di 7 anni per tentato omicidio, è stato prelevato dal personale della Questura di Piacenza e condotto presso il locale nosocomio per gli accertamenti sanitari preliminari all’esecuzione dell’espulsione.
In tale circostanza lo straniero ha tentato la fuga danneggiando i locali del pronto soccorso. Tempestivamente bloccato e reso inoffensivo dai poliziotti presenti, sarà denunciato per violenza e minaccia a pubblico ufficiale.
Successivamente è stato accompagnato presso il CPR di Gradisca D’Isonzo – Gorizia per dare seguito alle procedure di rimpatrio nel paese di origine.

 

Publicità

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome