A Piacenza il presidente dell’Happy Days International Fans Club

Venerdì 22 marzo alle ore 18 alla Galleria Biffi Arte in via Chiapponi a Piacenza sarà il medico Giuseppe Ganelli a presentare il libro “La nostra storia-Tutto il mondo di Happy Days”

Il telefilm Happy Days ha compiuto 50 anni ed è stato un autentico mito per i giovani degli degli anni ’70 e ’80. Richie Cunningham – passiamo in rassegna i diversi protagonisti – con il padre Howar, la madre Marion, la sorella Joanie, l’indimenticabile  Arthur Fonzarelli detto Fonzie (Henry Winkler) e gli amici Ralph e Potsie: a parlare di loro e di ciò che ha significato Happy Days per una generazione di italiani venerdì 22 marzo alle ore 18 alla Galleria Biffi Arte in via Chiapponi a Piacenza sarà il medico Giuseppe Ganelli che con Emilio Targia ha firmato il libro “La nostra storia-Tutto il mondo di Happy Days” (Edizioni Minerva). La pubblicazione vede la prefazione di Max Pezzali e di Henry Winkler.

Ganelli, di professione medico radiologo all’ospedale di Lodi, è presidente dell’Happy Days International Fans Club e possiede una collezione di oltre 2mila oggetti dedicati alla serie tv.

Nel corso dell’incontro del 22 marzo verranno proiettati alcuni video con le immagini e le voci dei personaggi della serie tv.

“Happy Days – racconta il dott. Ganelli – mi conquistò perché raccontava le avventure quotidiane di un gruppo di ragazzi di Milwaukee, ma che potevano essere benissimo ambientate a Piacenza, a Milano o da altre parti. Erano le situazioni tipiche dei giovani”.

Per Ganelli il personaggio del cuore è Richie Cunningham, il protagonista delle prime stagioni: “anche se quello iconico è ovviamente Fonzie. Noi però eravamo come Richie, ci rappresentava, era il meno costruito. Ma volevamo essere come Fonzie, un ragazzo che giocava a fare il duro, con ironia”.

Publicità

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento
Inserisci il tuo nome